Stravolgere, modificare, reinterpretare gli oggetti.
Avvicinarli e distorcerli nel tentativo di alterare la Realtà o invece amplificarla alla scoperta di un’essenza invisibile, non disdegnando – per raggiungere il risultato – di esasperare frammenti di fotogramma…

Questa mia Fotografia Infedele è il passaggio evolutivo dalla descrizione professionale e minuziosa delle cose, per mezzo dell’implacabile apparecchio a banco ottico, alle possibilità di reinterpretazione offerte dal digitale e dalle tecniche HDR: una Fotografia dalla quale la figura umana è di norma tenuta nascosta e rappresentata quasi unicamente attraverso le sue opere, commerciali o d’ingegno.

Vedo in ogni oggetto (dal bottone al grattacielo) un’entità a sé, che non può essere indagata come la precedente o la successiva. Ogni forma ha la sua storia da narrare, sia essa di grande respiro e serenità o piuttosto irritante e cruda. O anche tutto questo contemporaneamente.

La fotografia è parte di interessi molteplici mai scollegati tra loro: “creativo” ad ampio raggio e cosciente della fortuna avuta nel riuscire ad esprimere questa mia caratteristica, amo condividere le mie esperienze anche fuori da questo spazio.


REGISTRATI AL SITO